SEI IN > VIVERE GIOIA TAURO > ATTUALITA'
intervista

'Pensieri Stonati': Simona Scarcella, Oltre la candidata a sindaco... di Lina Maiolo

4' di lettura
1406

L'autrice gioiese percorre un viaggio che passa attraverso i ricordi, le passioni e soprattutto i sogni dei candidati a sindaco della città di Gioia Tauro.

Episodio III Simona Scarcella

Chi è Simona Scarcella in cinque aggettivi?
Simona in cinque aggettivi è una donna libera, determinata, testarda felice e innamorata....della vita soprattutto.

Quali sono i suoi hobby?
Il mio hobby principale è la lettura ma anche lo studio. Sono un topo di biblioteca amo tantissimo leggere qualsiasi cosa e credo che la lettura rappresenti lo strumento principale per viaggiare anche restando fermi nello stesso posto. Lo stesso posso dire per lo studio perché amo moltissimo approfondire tutte le questioni di cui mi occupo sia nella vita professionale che nella vita personale, diciamo che non amo fermarmi alle apparenze ma ho la necessità di conoscere bene gli argomenti e di averne padronanza per poter affrontare tutte le situazioni che la vita mi pone di fronte. E questo per me non è un dovere, un peso ma lo faccio veramente con passione e quindi posso definirlo davvero come un mio hobby. È una cosa che mi dà serenità sicurezza e tranquillità nell'affrontare la vita

Quando era piccola cosa sarebbe voluta diventare da grande? Avrebbe mai pensato un giorno di candidarsi a sindaco?
Quando ero piccola il mio sogno era quello di essere un bravo avvocato e diciamo che ho seguito quella che era la mia vocazione, oggi faccio l'avvocato non spetta a me sicuramente dire se sono un bravo avvocato ma cerco di farlo nel migliore dei modi. Ho pensato tante volte nel corso della mia vita a candidarmi a fare il sindaco della mia città, anche se non era la prima delle mie aspirazioni con il passare degli anni è un'idea che ho maturato con maggiore convinzione.

Le piace la musica? Qual è il suo cantante preferito?
Amo moltissimo la musica, l'ascolto in continuazione a casa, in auto anche sul posto di lavoro. La considero come una delle espressioni più belle dell'arte. Amo tutti i generi di musica e ho una predizione speciale per il rock melodico, il mio cantante preferito è John Bon Jovi.

Cosa vuol dire essere il primo cittadino per lei?
Per me essere il primo cittadino significherebbe essere una persona al servizio di tutti, qualcuno che fa della sua vita uno strumento per soddisfare il bene comune, per rispondere alle esigenze di una comunità. Un servizio!

Le piace lo sport? Ne pratica qualcuno?
Ho poco tempo per fare sport però amo molto camminare all'aria aperta, fare lunghe passeggiate soprattutto sulla spiaggia.

Qual è la nota stonata del suo carattere?
Se dovessi descrivere le note stonate del mio carattere ci vorrebbe un enciclopedia... Dovendone scegliere una ritengo che la nota più stonata sia la mia testardaggine nel voler raggiungere determinati obiettivi, anche se chi mi sta vicino dice che più che un difetto questo è un pregio.... ma aggiungo solo in determinati frangenti.

Qual è il suo luogo del cuore? ( Non barare!!!)
Il luogo del mio cuore senza alcun ombra di dubbio è il pontile di Gioia Tauro uno dei luoghi dove io ho trascorso gli anni più belli della mia infanzia.

Che ricordi ha di lei bambina?
Un’infanzia felice libera spensierata a casa dei miei nonni alla Marina di Gioia Tauro in via Petrace, sole e libertà. Giornate spensierate nelle quali ci si dimenticava anche del trascorrere del tempo. Se penso alla mia infanzia e al luogo del cuore penso alla stessa cosa sostanzialmente. Ci torno spesso anche oggi soprattutto quando mi sento sfiduciata e ho bisogno di ricaricarmi

I giovani: mille sogni e infinite mete, cosa vorrebbe dire a loro?
Ai giovani di oggi mi sento di dire che è importante sempre e comunque lottare per realizzare i propri desideri, anche quando sembra impossibile, anche quando non si trovano strade spianate e soprattutto quando spesso si è incompresi. Credo che i nostri ragazzi debbano trovare intanto la strada della loro felicità e della loro realizzazione, anche se questa strada non sempre corrisponde ai progetti e agli obiettivi dei loro genitori o della società. Io mi sono sempre ribellata e ho fatto di testa mia e oggi avendo superato da un po’ di tempo l’età della prima giovinezza ritengo di avere fatto bene. Non ho rimpianti. Quindi come diceva Michela Murgia ribellatevi, disubbidite, realizzate i vostri desideri.

Di che colore vorrebbe colorare questa pagina della sua vita? E perché.
Questa pagina della mia vita è decisamente di colore azzurro, il colore del mare, il colore del cielo, il colore di spazi che non hanno confini, che non hanno recinti. Associo molto questo colore a quello della libertà.

Se dico… Gioia Tauro?
Se dico Gioia Tauro dico senza ombra di dubbio la mia vita e il mio cuore.... Rivolto sempre a sud.

Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereGioiaTauro.

Per Facebook seguire la pagina https://www.facebook.com/viveregioiatauro.

Per Twitter seguire il profilo https://twitter.com/V_GioiaTauro.

Per Telegram unirsi al canale https://t.me/viveregioiatauro per ricevere le notizie principali, unirsi al canale https://t.me/viveregioiatauro2 per ricevere tutte le notizie.


Questa è un'intervista pubblicata il 18-05-2024 alle 23:42 sul giornale del 20 maggio 2024 - 1406 letture






qrcode