SEI IN > VIVERE GIOIA TAURO > ATTUALITA'
intervista

'Pensieri Stonati': Rosario Schiavone, Oltre il candidato a sindaco... di Lina Maiolo

4' di lettura
1246

L'autrice gioiese percorre un viaggio che passa attraverso i ricordi, le passioni e soprattutto i sogni dei candidati a sindaco della città di Gioia Tauro.

Episodio I Rosario Schiavone

Chi è Rosario Schiavone in cinque aggettivi?
Rosario Schiavone in cinque aggettivi è: resiliente, leale, coraggioso, libero, determinato.

Quali sono i suoi hobby?
I miei hobby sono la barca a vela e seguire da vicino le partite di calcio di mio figlio, mi emoziona tantissimo.

Quando era piccolo cosa sarebbe voluto diventare da grande? Avrebbe mai pensato un giorno di candidarsi a sindaco?
A dire il vero sì, ho respirato aria politica in casa già da molto piccolo e sono rimasto catturato subito da questo mondo, quindi già dall’infanzia ho accarezzato questo sogno.

Le piace la musica? Qual è il suo cantante preferito?
Mi piace tantissimo la musica, ne ascolto ogni giorno. Lavorando a Reggio Calabria e non avendo mai voluto lasciare la mia Gioia Tauro faccio il pendolare da quasi 30 anni e devo dire che il viaggio in auto funge da camera di decompressione, mi serve per non mischiare la sfera lavorativa con quella privata. La musica è una colonna sonora costante, non ho né un cantante né un genere preferito, vado al momento, ad ogni modo ho una cultura musicale che si è formata nel fine anni 80 e inizio anni 90 quindi molto influenzata dalla New Wave e dal Rock italiano di quel periodo, Diaframma e Litfiba per citarne due, oggi il mio guru musicale è mia figlia Francesca di quindici anni, ascoltiamo molto Geolier e impazzisco per il pezzo Int ‘o rione dei Co’ sang

Cosa vuol dire essere il primo cittadino per lei?
A parte la soddisfazione personale, perché per me rappresenterebbe la massima aspirazione della vita, credo che il Sindaco di Gioia Tauro debba rappresentare innanzitutto gli interessi della città e soprattutto dei cittadini troppe volte subordinati a quelli personali degli amministratori. Occorre avere consapevolezza del ruolo strategico che occupa Gioia Tauro, delle sue enormi potenzialità e anche delle sue croniche criticità, quelle frammentazioni amministrative che nel tempo hanno reso più fragile il sistema ed il suo sviluppo.

Le piace lo sport? Ne pratica qualcuno?
Si, mi piacciono il calcio, la vela e l'equitazione e cerco per come posso di praticarli tutti.

Qual è la nota stonata del suo carattere?
La nota stonata del mio carattere? Sono troppo ostinato ed integralista, tendo ad attuare puntigliosamente tutti i valori a cui do importanza.

Qual è il suo luogo del cuore? ( Non barare!!!)
Ne ho tanti e tutti qui in città, sono posti che mi mettono in armonia con il mondo, se devo sceglierne uno dico il pontile ma mi piace anche pensare come luoghi del cuore il Cesare Giordano e il Centro Equitazione Starace.

Che ricordi ha di lei bambino?
La mente mi riporta a me che gioco a pallone nei quartieri quando ancora non c'erano i campetti e le scuole di calcio e le porte si improvvisavano con due pietre per strada, ricordi di un periodo ricco di gioia e di cose semplici che non dimenticherò mai.

I giovani: mille sogni e infinite mete, cosa vorrebbe dire a loro?
La gioventù per me non rappresenta un fatto anagrafico, ci sono giovani spenti e adulti con un entusiasmo incredibile. Per cui a tutti indistintamente dico abbiate la forza di credere nei vostri progetti, di viverli e di essere giovani dentro sempre. In fondo in ognuno di noi, come dice Pascoli, vive un fanciullino, uno spirito sensibile che indipendentemente dall'età ha la capacità di meravigliarsi delle piccole cose proprio come fanno i bambini.

Di che colore vorrebbe colorare questa pagina della sua vita? E perché.
Questa pagina della mia vita la vorrei colorare come il tricolore: verde come la speranza di una città che vuole risorgere, bianco come il candore e l'onestà che devono accompagnare la futura amministrazione e rosso come la passione nell’ inseguire il sogno di una città sempre più realizzata rispetto al suo potenziale.

Se dico… Gioia Tauro?
Se dico Gioia Tauro vedo…una città moderna che possa fungere da guida per tutto il territorio, la porta del Mediterraneo che strategicamente rappresenta uno dei punti con maggiore attrattiva economica e geopolitica internazionale.

Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereGioiaTauro.

Per Facebook seguire la pagina https://www.facebook.com/viveregioiatauro.

Per Twitter seguire il profilo https://twitter.com/V_GioiaTauro.

Per Telegram unirsi al canale https://t.me/viveregioiatauro per ricevere le notizie principali, unirsi al canale https://t.me/viveregioiatauro2 per ricevere tutte le notizie.


Questa è un'intervista pubblicata il 17-05-2024 alle 00:06 sul giornale del 18 maggio 2024 - 1246 letture






qrcode