SEI IN > VIVERE GIOIA TAURO > POLITICA
articolo

Elezioni 2024: Focus candidati, La variabile è... 'a sinistra'

2' di lettura
1856

di Antonio Francesco Altomonte
gioiatauro@vivere.it


Il 'centrosinistra' gioiese, troppo spesso considerato assente, potrebbe decidere chi sarà il prossimo sindaco.

Domenico Latino oggi sulla GdS ha fatto notare e dato risalto alla presenza del 'centrosinistra' gioiese attualmente in carica, alla serata inaugurale del laboratorio politico a sostegno della candidata a sindaco Maria Rosaria Russo.

Dando per buona la notizia (non ancora confermata ufficialmente a Viveregioiatauro) che l'attuale sindaco Aldo Alessio non si ricandiderà, il gruppo in questione di cui parla il giornalista Latino è composto da Francesca Altomonte, Sabina Ventini, Andrea Macino e ci aggiungiamo noi Carmen Moliterno, non presente alla serata sicuramente per qualche imprevisto.

Ma quanto vale in termine di voti questo gruppo? Dato che, alla fine di tutto, saranno i numeri e solo i numeri a contare, abbiamo voluto quantificarli.

Partiamo dalle elezioni del 2015, quando Alessio ottenne l'accesso al ballottaggio, poi perso contro Pedà, con 2.514 voti su 11.322 votanti (I turno). Messi insieme i voti del gruppo di 'centrosinistra' che attualmente amministra la città (contando solo i voti di Altomonte, Moliterno, Ventini e Macino), furono all'incirca 600. Oltre il 20% di quelli che sono serviti ad Alessio per accedere al ballottaggio.

Passando invece alle più recenti elezioni del 2019, quando Alessio al primo turno si impose con 4.426 preferenze (10.208 votanti I turno) e poi vinse il ballottaggio contro D'Agostino, il gruppo in questione (calcolando sempre solo Altomonte, Moliterno, Ventini e Macino) portò a casa circa 1.200 preferenze sulle 4.426 ottenute da Alessio per accedere al ballottaggio. Anche stavolta ben oltre il 20% dei voti totali del candidato a sindaco.

A meno di tracolli clamorosi, dovrebbero riuscire a portare alla coalizione tranquillamente un minimo di 1.000 preferenze, 90% delle quali, considerando la possibilità del voto disgiunto, andrebbe al candidato sindaco. Stiamo parlando del 10% circa del totale assoluto dei voti considerando che al primo turno si recheranno alle urne 10/11 mila elettori.

Quindi ha fatto bene l'attento Domenico Latino a notare, dandogli "un enorme valore politico", la presenza di una squadra che, unita come fino ad oggi, avrebbe la forza elettorale per portare qualsiasi candidato almeno al ballottaggio. Una grossa responsabilità per Altomonte, Ventini, Moliterno e Macino.

Una scelta, quella che dovrà fare il ‘centrosinistra’ gioiese, che potrebbe condizionare l'esito delle imminenti elezioni e la strada che Gioia Tauro prenderà per i prossimi cinque anni.

Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereGioiaTauro.

Per Facebook seguire la pagina https://www.facebook.com/viveregioiatauro.

Per Twitter seguire il profilo https://twitter.com/V_GioiaTauro.

Per Telegram unirsi al canale https://t.me/viveregioiatauro per ricevere le notizie principali, unirsi al canale https://t.me/viveregioiatauro2 per ricevere tutte le notizie.


Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2024 alle 15:32 sul giornale del 20 marzo 2024 - 1856 letture






qrcode